Un mese alla partenza

Manca un mese alla partenza dalla Martinica per le Azzorre, quella che Omero e tanti altri chiamano “la vera traversata”. Quella tosta, bagnata, fredda, con la barca sbandata, quella piu’ difficile tecnicamente. Quella con la piu’ grande soddisfazione di tutte all’arrivo, e le birre da Peter a Horta.
Ho ritrovato il diario di bordo di Leon, membro dell’equipaggio della traversata di ritorno del 2011. Lo pubblico qui sotto, perche’ e’ molto divertente e ben scritto, e perche’ niente meglio di un bel diario in prima persona rende l’idea di cosa si prova a bordo… L’atmosfera, le paure, l’equipaggio, la vita di bordo. La vera sfida, quella emotiva e psicologica, l’assoluta intensita’ di quella grandiosa esperienza che e’ attraversare un oceano a vela. E lo pubblico anche perche’, pur non conoscendoli, credo che i membri dell’equipaggio di quest’anno stiano cominciando a prepararsi mentalmente all’impresa, e sono sicura che gli fara’ piacere leggere la storia di chi ha gia’ attraversato l’oceano da Ovest ad Est con Omero e la Freya…Quello che chi scrive i diari da bordo non puo’ sapere e’ che Omero ha gia’ la testa alla traversata di ritorno da un bel po’. Guarda il mare, il vento, le carte meteo, e ogni volta che l’aliseo gira un po’ a Nord sospira, ogni volta che gira a Sud sorride. Sfrutta tutti i momenti liberi per controllare la barca, sistemare qualcosa, fare un lavoretto. E anche se ama le Grenadine, non vede l’ora di tornare in Mediterraneo…

Ecco i link alle puntate del diario di bordo della traversata Ovest-Est 2011 (grazie Leon!):

“Aveva ragione Omero quando parlava di “un’esperienza”: questa è una di
quelle (poche al giorno d’oggi) intense, vere, dove sei messo ogni
momento alla prova, dove non puoi fingere o nasconderti, dove sei parte
di un “piccolo mondo” che in quel momento da te dipende e a cui devi
concedere tutto…”

Prima della partenza
Iniziamo dalla fine
Primo aprile 2011
Notte in navigazione
La corvee e le guardie
2/3 aprile 2011
4/5 aprile 2011
6/7 aprile 2011
9/11 aprile 2011
L’equipaggio
12/19 aprile 2011
20/22 aprile 2011
Horta, Azzorre

2 commenti
  1. Gabriella Gobbi
    Gabriella Gobbi dice:

    Hai ragione Sara, il pensiero è sempre lì … Chissà come stanno, chissà cosa fanno … Comunque sicuramente Omero , con tutta la sua esperienza, ha preventivato che i primi giorni sono di adattamento.
    Vaiiiii Ale è quello che volevi, metterTi alla prova , non a caso. Credo in Te , un bacio grande Gabry

  2. Sara
    Sara dice:

    Tutto preventivato si' 🙂 Ho mandato i tuoi incoraggiamenti ad Ale, vediamo se funzionano! Per ora a parte il mal di mare secondo me stanno molto meglio di noi… temperature ancora caraibiche, niente traffico, niente telefoni, solo la natura…

I commenti sono chiusi.